Per il secondo anno consecutivo assegnate alla nostra azienda le Stelle d’Oro del Superior Taste Award.

 

Continua a mietere successi internazionali il nostro miele. Per il secondo anno consecutivo, abbiamo conquistato il Superior Taste Award, conferito dall’International Taste & Quality di Bruxelles, organizzazione leader mondiale nella certificazione indipendente della qualità gustativa di alimenti e bevande. In particolare, la giuria ha conferito le 2 Stelle d’Oro al miele d’acacia, già dichiarato miglior miele d’Italia a Montalcino, e 1 Stella d’Oro al millefiori delle montagne d’Abruzzo. E anche quest’anno, Apicoltura Luca Finocchio è stata l’unica azienda italiana ad essere stata premiata per il miele.

I premi sono stati assegnati nei giorni scorsi durante una cena di gala che si è svolta a Bruxelles, alla quale hanno partecipato Luca, Anna e Fabiana.

“Siamo fieri non solo perché questo premio consolida la nostra azienda come rappresentante autentica del Made in Italy – commenta Luca Finocchio – ma anche per la Stella d’Oro andata al millefiori delle montagne abruzzesi, che rappresenta un premio alla nostra regione: questo ottimo miele, infatti, è prodotto nei territori montani dove c’è una biodiversità straordinaria e per certi versi unica, che si sprigiona nel sapore di un nettare unico, proprio come la nostra terra. Grazie di cuore agli organizzatori e all’autorevole e severa giuria”.

Interessanti i numeri dell’edizione 2018 del Superior Taste Award: ben centosettantacinque esperti del gusto, tra sommelier e chef, hanno degustato 1.850 prodotti provenienti da aziende di novanta Paesi di tutto il mondo. Apicoltura Luca Finocchio è una delle sessantuno aziende italiane insignite del prestigioso riconoscimento, e potrà fregiarsi per i prossimi tre anni della coccarda distintiva ITQI Award, che differenzia i prodotti cui è stata assegnata. Un’edizione, quella 2018, ancora più selettiva: l’arrivo dei due nuovi partner a iTQi, Eric de Spoelberch e Laurent van Wassenhove, ha contribuito ad innalzare la qualità dei prodotti mettendo le giurie nelle condizioni di lavorare al meglio, utilizzando strumenti più moderni e rapidi per fornire analisi sensoriali più affinate, obiettive, sempre rigorosamente alla cieca ma basate su protocolli specifici, con al loro fianco l’esperienza dei fondatori Louis Frère e Christian De Bauw.

Questo articolo è stato pubblivato in News. Salva il permalink.

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

5 + 4 =